“Trasformazioni”, torna l’Edufest per adulti e bambini: il più grande festival sul tema dell’educazione

0
31

Il 25 e 26 maggio due giorni di musica, conferenze e laboratori per discutere assieme a famiglie, insegnanti e esperti per comprendere il futuro dell’educazione in Italia.

Torna sabato 25 e domenica 26 maggio l’appuntamento annuale con l’Edufest, il Festival dell’educazione, il più grande evento italiano dedicato a bambini, famiglie, insegnanti e professionisti del mondo dell’educazione. Ad ospitare le migliaia di partecipanti che, come ogni anno, prendono parte alla kermesse, sarà per l’edizione 2024 Villa Ghirlanda a Cinisello Balsamo: Balsamo: “È una grande opportunità per il nostro territorio – commentano il Sindaco di Cinisello
Giacomo Ghilardi e l’Assessore Politiche Sociali e Centralità della Persona Riccardo Visentin – con la questione educativa posta al centro non solo di convegni, ma anche di eventi di socialità, con i migliori relatori a livello nazionale e una vetrina delle associazioni e delle esperienze dirette con una visione a 360 gradi altamente inclusiva”.
“Per le scorse edizioni avevamo prediletto come location grandi centri come Milano e Genova perché le grandi città rappresentano storicamente gli hub naturali delle tendenze, delle idee e del confronto. – spiegano Roberto Prencipe e Alessandro Quattrino, curatori del Festival per conto di Progetto A e Orsa soggetti promotori dell’evento – Quest’anno però abbiamo deciso di spostarci nel vero cuore del Paese: le zone decentrate della provincia. E’ qui che oggi stanno avvenendo le vere trasformazioni che impattano in modo diretto sul contesto quotidiano di ciascuno di noi”. E proprio le “trasformazioni” saranno il fil rouge di tutti gli appuntamenti di Edufest 2024 “Dal rapido avanzare della tecnologia all’evolversi delle dinamiche sociali, ogni aspetto della nostra vita è soggetto a trasformazioni continue. Questa mutabilità crea un terreno fertile per l’innovazione e la crescita, ma allo stesso tempo richiede un adattamento costante – prosegue Roberto Prencipe -. In questo scenario dinamico, la capacità di apprendere, adattarsi e abbracciare il cambiamento diventa essenziale. Quali sono le sfide e le opportunità che emergono dalle trasformazioni sociali in corso, e in che modo l’educazione può guidare la società verso cambiamenti positivi? Come vogliamo trasformare il nostro sistema educativo scolastico e familiare affinché siano possibili connessioni più profonde e significative che contribuiscano al benessere individuale e collettivo? A queste ed a molte altre domande vogliamo provare a dare una risposta con i tanti ospiti che si alterneranno in questi due giorni”.
Il programma del Festival
Il sabato mattina al centro del dibattito sul palco principale, con la conduzione della Iena di Italia1 Alice Martinelli, “Comunità, Stereotipi, Diversità” (ore 10:00 – 13:00) con gli interventi di Irene Facheris, scrittrice ed attivista per i diritti delle donne, Sarah Malnerich e Francesca Fiore, ideatrici e curatrici del seguitissimo blog sulla maternità “mammedimerda”, Red FrIk Hey, ballerina professionista autistica che con video articoli e conferenze combatte per la visibilità e l’inclusione delle persone autistiche, e lo scrittore e matematico Piergiorgio Odifreddi.  A seguire sarà poi la volta di “Paradigmi e Tabù dell’Educazione” (ore 15:30 – 19:00) con gli interventi di Paolo Mottana, creatore del modello di Educazione Diffusa, Michela Marzano, scrittrice e filosofa, il creator Riccardo CamardaDiego Fusaro, filosofo e Franco Nembrini scrittore e dantista.  Il sabato (ore 21:00) si chiuderà con la performance del Coreutico di Milano “Tito Livio” che con i suoi 120 performer porterà in scena “Metamorphosis”, con le coreografie di Alessandro Amoroso, Clara Congera, Veronica Grasso, Annarita Fadda, Giovanni Idotta, Valentina Lorusso e Isabella Casola. A seguire lo spettacolo "Tutto è musica" di e con Carlo Amleto, musicista, attore e comico per Zelig e LOL Talent e ospite fisso di “Splendida Cornice”.
La domenica, giornata in cui è attesa anche l’onorevole Alessandra Locatelli, Ministro per le Disabilità, il Festival riparte da “Poteri, Conflitti, Violenze” (ore 10:00 – 13:00) con gli interventi dello psicopedagogista Stefano Rossi e l’avvocata esperta di diritti delle donne Elisabetta Aldovrandi.
Il pomeriggio si entra in classe con “Scuola e Tras-Formazione” (ore 15:30 – 18.30) con la psicoterapeuta Erica Poli, il poliedrico influencer creatore de “La fisica che ci piace” Vincenzo Schettini, la scrittrice Mariapia Veladiano e Alberto Pellai, divulgatore scientifico e autore di successo.
Alle 18:30 poi spazio alla musica con Clara, reduce dal successo di Sanremo ed anche dalla fortunatissima serie televisiva “Mare Fuori”, a dibattere con lei sulle “trasformazioni” dei giovani la Vicedirettrice del Tg2 Elisabetta Migliorelli a cui è affidata la conduzione dei talk della domenica.
Grazie a loro e a numerosi altri esperti – tra ospiti e relatori – il festival affronta e sperimenta nuovi modi di intendere il rapporto fra uomo e natura, bambini e tecnologia; i conflitti  tra pari e i diritti, con gli adulti e nella società; lo sviluppo della dimensione psicologica, etica e spirituale; l’educazione alla vita comune con un focus su libertà, democrazia e nonviolenza. “Ci immergeremo nelle Trasformazioni Individuali, avventurandoci nel territorio della crescita personale e dell’educazione della dimensione corporea, psicologica e spirituale. Le Trasformazioni Relazionali saranno al centro dell’attenzione, affrontando i temi dell’amicizia, dell’affettività, del dialogo e delle dinamiche educative e intergenerazionali. – conclude Alessandro Quattrino – Inoltre, esploreremo le Trasformazioni Politiche, ponendoci domande cruciali sul modello di libertà che desideriamo, sull’ecologia da preservare, sulla tecnologia da abbracciare, sui diritti da difendere e sulle comunità che intendiamo costruire. Ci auguriamo che in tanti possano vivere con noi la trasformazione verso un futuro dell’educazione ancor più consapevole, creativo e coeso.”
La manifestazione, che gode del patrocinio di Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Comune di Monza, Comune di Sesto San Giovanni, Comune di Cinisello Balsamo, Comune di Cologno Monzese, Comune di Cusano Milanino, Comune di Cormano, Comune di Bresso, Fondazione Cariplo, Unicef Italia, Anci Lombardia, IPIS, Rai per il Sociale – Rai Lombardia e si avvale delle media partnership di Nord Milano24, Metropolis, Dire,Fare,Insegnare, ZeroSeiUp, Pedagogika, e delle partnership con OGGI, Fondazione Montessori Italia, Bambini Bicocca, Anffas Lombardia, Vr Enjoy, Medianos Italia, Equa s.c.s., Stripes s.c.s., Cini Fabrique, Civica scuola di Musica Salvatore Licitra, Duo Burnout, Street is Culture, Cyclops, Lady Soccer, Asa Cinisello, Mufoco- Museo di Fotografia Contemporanea, Ritmiciclando, Scarti le arti del Riuso, Ciofs Lombardia, Asa Cinisello, Colorful Film, Casa dei Giochi Milano, Ricordi Music School, Semi di Senape S.c.s., Scuola S.Agostino, Cosumus aps, Pragma Lombardia, CIrcolo Franzioni, SAT odv – vedrà Villa Ghirlanda trasformarsi in un grande laboratorio in cui poter sperimentare per tutte le fasce di età oltre 50 diverse attività tra cui: manipolazione della creta, pittura, ceramica, scrittura creativa, animazione 2D, robotica, videomaking, urban culture, percussioni, ascolto creativo, costruzioni ed esposizione LEGO, esplorazione della natura, giochi da tavolo, giochi di ruolo, giochi di ingegno ed anche scoprire antiche arti come panificazione, tessitura, pastificazione e tantissime discipline sportive (tutte le attività sono ad ingresso gratuito, sia per adulti sia per
bambini).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here