L’Innothon di Enel Green Power, un hackaton per i giovani che innovano le rinnovabili con la robotica

0
54

Arriva al traguardo Innothon, la challenge tecnologica per lo sviluppo di applicazioni robotiche innovative per le rinnovabili, creata da Enel Green Power (EGP) e aperta ai giovani europei, tra i 18 ed i 28 anni.

Ci siamo quasi: il 6 dicembre, presso l’Innovation Lab EGP di Catania, la giuria si pronuncerà, scegliendo quali, tra i progetti presentati dai 4 team selezionati, si aggiudicheranno il premio di diecimila dollari destinato alla soluzione più promettente.

La challenge è iniziata con la raccolta delle proposte, che potevano essere indirizzate alle diverse tecnologie rinnovabili, solare, idroelettrico, eolico, geotermia e BESS, Battery Energy Storage Systems, e finalizzate all’automazione delle operazioni più comuni dei nostri impianti (es. ispezione visiva, modellazione e manutenzione).

La soluzione sviluppata dai team doveva rispondere ad alcuni requisiti di base: garantire l’autonomia nell’esecuzione dei compiti, e quindi delle singole missioni; interfacciarsi con un software open source per la gestione e pianificazione degli interventi; utilizzare funzionalità di Intelligenza Artificiale (AI) per l’analisi di base dei dati, sincronizzati con un software di supervisione per fornire un rapporto finale di ogni missione.

Questi gli obiettivi della challenge, proposti ai partecipanti sulla piattaforma Enel Open Innovability® che ha ricevuto 13 proposte, inviate dai 21 proponenti (età media 25 anni), prevalentemente dall’Italia.

Si è avviato poi un percorso di selezione, che ha portato all’individuazione delle soluzioni più interessanti: a questi team EGP ha reso disponibile, tramite accesso al catalogo online di un fornitore dedicato, la componentistica necessaria per la realizzazione del progetto.

I team selezionati hanno potuto così dedicarsi – nei mesi successivi – alla costruzione e all’addestramento dei loro robot e delle loro AI, completando i prototipi con il supporto dei tutor e dei webinar gestiti da team trasversali di Innovazione e della gestione impianti di EGP.

Ora siamo alla stretta finale: tra il 4 e il 6 dicembre le quattro squadre saranno ospiti di EGP all’lnnovation Lab di Catania. Potranno seguire gli InnoLearn Maker e confrontarsi con gli esperti di Innovazione EGP, con uno sguardo al mondo esterno grazie a Jakidale, influencer tecnologico, che racconterà le innovazioni più interessanti da lui esplorate recentemente.

L’evento sarà anche occasione di coinvolgimento e confronto con i giovani e le scuole del territorio – il 4 dicembre – per i circa 40 studenti del corso di robotica dell’Università di Catania; il 5 dicembre sarà poi il turno degli 80 studenti dell’ITIS Cannizzaro di Catania e dell’Istituto tecnico industriale Archimede. Per loro saranno organizzate delle sessioni ad hoc, gli InnoLearn, per condividere le prospettive di robotica per innovazione EGP e raccogliere spunti dai giovani appassionati della materia.

Ma soprattutto, il 6 dicembre, dopo l’Inspirational speech di Salvatore Bernabei, CEO di Enel Green Power, e di Nicola Rossi, responsabile Innovazione Enel, ci sarà la presentazione dei prototipi alla giuria: ogni squadra potrà mostrare all’opera (in video) le capacità e l’innovazione del robot proposto. Sarà poi il momento della commissione di valutazione composta dal management di EGP che decreterà il o i vincitori del contest.

Un percorso che ha portato i giovani dell’Innothon – sulle ‘zampe’ dei loro robot – passando dall’ideazione, alla realizzazione e alla prova in campo, al compimento di questa challenge, a dimostrazione della loro inventiva e

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here