Spreco alimentare

0
60

Gli italiani hanno acquisito maggiore sensibilità sul tema dello spreco alimentare, forse anche per l’aumento dei prezzi al consumo. Si spreca meno cibo rispetto al passato ma si può ancora migliorare, visto che un terzo del cibo prodotto viene scartato e il 5 febbraio-Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare è l’occasione per fare il punto e adottare comportamenti utili, anche nel nostro piccolo.

Dal 2020 la lotta agli sprechi alimentari è diventata una parte fondamentale della strategia europea (“Farm to Fork” e “Green Deal”) con l’obiettivo di dimezzare lo spreco alimentare a livello di vendita al dettaglio e da parte dei consumatori entro il 2030.

Cosa puoi fare concretamente: oltre alla predisposizione di un menu settimanale e alla lista della spesa, se puoi privilegia filiere corte e produttori locali. Infatti secondo l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), le filiere corte e locali sono in grado di abbattere i livelli di scarti e sprechi tra 5 e 9 volte.

A questa pagina puoi trovare i mercati degli agricoltori nella tua provincia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here