Giovanni Ranieri su approvazione schema decreto FER 2

0
17

“Il via libera della Commissione Europea al FER 2, come affermato anche dal Ministro del Mase Gilberto Picchetto Fratin, rappresenta un importante passo in avanti verso il raggiungimento degli obiettivi energetici in Italia in tema di rinnovabili. Un provvedimento particolarmente atteso dagli operatori del settore che attraverso tecnologie innovative consentirà di accrescere la capacità di energia rinnovabile installata, ridurre le emissioni di gas serra, stimolare la competitività del settore energetico e la creazione di nuovi posti di lavoro.

Obiettivo dell’intervento è quello di incentivare la realizzazione di una capacità di 4,6 GW di impianti entro il 31 dicembre 2028, supportando tecnologie emergenti come gli impianti eolici off-shore, geotermoelettrici a emissioni nulle, geotermoelettrici tradizionali, alimentati a biomassa e biogas, fotovoltaici floating su acque interne e a mare. Tutte tecnologie dall’alto potenziale, ma che richiedono ancora di un valido sostegno per essere economicamente competitive.

Credo che, se implementato con successo, il FER 2 potrà avere un significativo impatto per la transizione energetica italiana, sarà importante però accelerare i tempi, evitando ritardi ed eccessi di burocrazia. Questo Decreto, promuovendo una varietà di fonti rinnovabili, rappresenta la chiave per il raggiungimento di una maggiore sicurezza energetica e per una sempre minor dipendenza dalle fonti fossili.

Noi di NextGeo, come specialisti di rilievi marini e costruzioni offshore, siamo pronti a supportare con il nostro know-how e i nostri servizi gli operatori del settore che operano in ambiente marino e che saranno direttamente coinvolti in questa importante sfida nella promozione delle tecnologie emergenti e innovative che contribuiranno a rendere il sistema energetico ancora più resiliente e sostenibile, favorendo la transizione energetica in atto”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here